Vision

Riportando una definizione presa dalla Yamaha Motor, brand al quale sono molto legato, la mia vision si può sintetizzare con una semplice parola giapponese: KANDO.

La mia Yamaha FJR 1300 A '06 con la Chiesa S. Agostino a Cascia come sfondo

Esempio perfetto dello stile kando, la mia Yamaha FJR 1300 A ’06 con la Chiesa S. Agostino a Cascia come sfondo

Kando indica una soddisfazione profonda, che nasce dall’ emozione intensa provata quando si è al cospetto di qualcosa di esclusivo, particolarmente bello ed appagante.
Soddisfazione profonda ogni volta che sento pulsare viva la passione per la mia moto.
Emozione intensa nel sentire il clack che porta la chiave in posizione on, vedere il quadro accendersi e dopo una leggera pressione del tasto start sentire il sound della mia moto.
Esclusività di appartenere ad una famiglia unica, quella dei motociclisti.
Il particolarmente bello ed appagante che trovo in ogni centimetro di strada percorsa e nelle centinaia di paesaggi che ho impressi nella mia mente e nella mia anima.
Kando quindi come vision di contenitore perfetto per le mie emozioni, idee e sogni, kando come filosofia di vita.
Questo spirito mi ha accompagnato in più di 100000 Km percorsi in tutta Europa e continuerà a farlo rinnovandosi in tutte le sfide future.
Nulla di tutto ciò che appartiene alla mia concezione di moto è lasciato al caso, tutto è parte integrante del mio kando come i valori fondamentali di condivisione e conoscenza che completano la mia vision.

Licenza Creative Commons

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someone